Opere

…Le opere di Maria Emilia Ciannavei non sono visioni poetiche della realtà, ma complesse commistioni tra pittura (o luce) e una matericità progettuale misteriosa e avvolgente. Nel fortificare i principi del dipingere, l’artista non vorrebbe mai esaurire l’esperienza dei simboli, il colloquio con lo stupore della superficie da cui ha origine il viaggio della pittura, dentro e fuori i confini stabiliti della visione.
Con un armonioso andamento, a tratti matematicamente periodico, al contempo rigorosamente misurato nell’equilibrio compositivo ed armonico nella contrappuntistica orchestrazione cromatica, Ciannavei ha trasposto sui supporti una intensa narrazione, traducendo le sue idee nei segni misteriosi d’una immaginaria scrittura personale.

A ogni linea un contenuto, in una semantica profonda ed evocativa, spesso austera nella sua evidente totemicità, ma sempre viva e penetrante, e soprattutto in grado di coinvolgere gli osservatori in questa forte volontà di ridefinizione del mondo interiore e di quello circostante…” (A. Sammartano)

“…si rivede nelle opere della Ciannavei una ricerca costante tra alchimia delle forme e stasi geometrica, con un gusto ed una cifra cromatica, che nella degradazione e nella sfumatura trova tutta la sua forza e il suo racconto, un eclettismo coloristico che lascia intravedere il vigore dell’animo.” (E. Polidori)